di Chitra Banerjee Divakaruni

Einaudi, 2011

250 pp. (collana Supercoralli)

20 euro

Il libro

Nove viaggiatori in attesa di partire per l’India si incontrano per caso nell’ufficio visti di una città americana. Non si conoscono, e mai si sarebbero conosciuti se un’improvvisa scossa di terremoto non facesse crollare l’edificio.
Per sopravvivere dovranno condividere ciò che di più prezioso nascondono: le loro storie, il segreto che li ha portati lì, la cosa speciale del loro passato che, forse, salverà loro la vita.
Ogni pagina di questo libro sembra rivolgere al lettore la stessa domanda: e tu quale «storia speciale» hai da raccontare?

«Divakaruni è una magnifica scrittrice: illumina il mondo con la sua abilità artistica e scuote il lettore con la forza del suo sentimento». Junot Diaz

«Raccontami una storia speciale abbatte il muro che divide i personaggi e le culture: ciò che resta è un coro di voci in un’unica stanza». Jhumpa Lahiri

Abbiamo tutti una storia da raccontare.
«Non credo che nessuno possa trascorrere la vita senza che gli capiti almeno una cosa speciale», dice Uma ai suoi compagni di viaggio. Ma è un viaggio da fermi quello che la ragazza e altre otto persone sono costrette a compiere. Si sono incontrati per caso solo poche ore prima, in una sala d’attesa nell’ufficio consolare di una città americana: a parte il funzionario e la sua segretaria, sono tutti lì per ottenere un visto per l’India. Devono partire ¿ chi tornare a casa, chi fuggirne, ognuno comunque in cerca di un nuovo inizio ¿ quando all’improvviso il terremoto scuote l’edificio facendolo crollare: «fu come se un gigante avesse appoggiato le labbra sulle fondamenta e si fosse messo a urlare».
Così quelli che dovevano essere viaggiatori per l’Oriente si ritrovano intrappolati tra le pericolanti mura di uno stanzino, con il rischio che il soffitto crolli da un momento all’altro, l’acqua invada i locali o una fuga di gas faccia esplodere tutto.
Una nonna cinese che ha vissuto tanti anni in India e la sua nipotina punk e occidentalizzata, una coppia di bianchi unita più dalle reciproche debolezze che dall’amore, un giovane musulmano in cerca di risposte e un veterano ancora ossessionato dalle domande, due colleghi infedeli e Uma, una studentessa universitaria che sta preparando un esame sui Racconti di Canterbury…
E proprio Uma ha un’idea: perché ognuno non racconta la propria storia, anzi la storia di una cosa speciale che è accaduta nella loro vita? Un racconto, la condivisione di un segreto, tiene lontana la paura, allontana la tenebra, scioglie le tensioni e raccoglie le persone. Questo, per la Divakaruni, fanno le storie: salvano la vita.
Le doti narrative dell’autrice della Maga delle spezie intessono un romanzo in grado di aggiornare alla modernità e alle sue catastrofi i miti e i riti della tradizione.

L’autrice

Chitra Banerjee Divakaruni è nata a Calcutta e vive a San Francisco. Ha pubblicato per Einaudi il libro di racconti Matrimonio combinato e i romanzi La Maga delle Spezie, Sorella del mio cuore, Il fiore del desiderio, La regina dei sogni, Anand e la conchiglia magica, il secondo volume della saga Anand e lo specchio del fuoco e del sogno e Il palazzo delle illusioni. Nel 2011 esce sempre per Einaudi il romanzo Raccontami una storia speciale.

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...